This website uses cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue we assume that you consent to receive all cookies on all websites.
For further information, please click here >>.

PE/258/S - AGENTE TEMPORANEO, ASSISTENTE PER LE RELAZIONI CON LE AUTORITÀ NAZIONALI (AST 5)

Luogo : Bruxelles
Termine ultimo della pubblicazione sul sito esterno : 30/09/2021 12:00
Servizio : 01-Gabinetto del Segretario generale
Riferimento : PE/258/S - TEMPORARY STAFF (Assistant)
Guida per i candidati :

Informazioni generali

Prima di presentare la candidatura, leggere attentamente la guida per i candidati allegata al presente bando di assunzione.

La guida costituisce parte integrante del bando di assunzione e facilita la comprensione delle regole relative alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo e delle modalità di iscrizione.


INDICE

A. MANSIONI DA SVOLGERE E REQUISITI DI AMMISSIONE

B. PROCEDURA

C. CANDIDATURE

ALLEGATO: GUIDA PER I CANDIDATI ALLE PROCEDURE DI SELEZIONE ORGANIZZATE DAL PARLAMENTO EUROPEO

 

A. MANSIONI DA SVOLGERE E REQUISITI DI AMMISSIONE

1. Osservazioni generali

Il Parlamento europeo ha deciso di avviare la procedura di assegnazione di un posto di agente temporaneo con mansioni di assistente (AST 5) per le relazioni con le autorità nazionali presso il Gabinetto del Segretario generale.

Il contratto sarà concluso a tempo indeterminato. L'assunzione avverrà al grado AST 5, primo scatto, con una retribuzione di base mensile pari a 4 917,29 EUR. La retribuzione è soggetta all'imposta comunitaria e ad altre detrazioni, secondo quanto disposto dal regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (regolamento (CEE, Euratom, CECA) n. 259/68 del Consiglio (GU L 56 del 4.3.1968, pag. 1), modificato dal regolamento (CE, Euratom) n. 723/2004 del Consiglio, del 22 marzo 2004 (GU L 124 del 27.4.2004, pag. 1) e, da ultimo, dal regolamento (UE, Euratom) n. 1023/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che modifica lo statuto dei funzionari dell'Unione europea e il regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (GU L 287 del 29.10.2013, pag. 15). La retribuzione è esente da imposte nazionali. Lo scatto in cui il candidato prescelto sarà inquadrato potrà essere adeguato in base alla sua esperienza professionale. Inoltre, la retribuzione di base è, subordinatamente a determinate condizioni, maggiorata di indennità.

L'assunzione di agenti temporanei ha lo scopo di assicurare all'Istituzione i servizi di persone dotate delle più elevate capacità e doti di efficienza e integrità, assunte su una base geografica quanto più ampia possibile tra i cittadini degli Stati membri dell'Unione.

Il Parlamento europeo applica una politica di pari opportunità e accetta le candidature senza discriminazione alcuna, che si tratti di discriminazioni fondate sul genere, la razza, il colore della pelle, le origini etniche o sociali, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza a una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l'età, l'orientamento sessuale, lo stato civile o la situazione familiare.

Natura delle funzioni

2. Descrizione delle mansioni

Lavorando nell'Ufficio del Segretario generale, l'assistente per le relazioni con le autorità nazionali sarà responsabile dei contatti con le autorità nazionali e regionali, principalmente dei tre Stati ospitanti dei luoghi di lavoro del Parlamento europeo, Francia, Lussemburgo e Belgio. In prevalenza l'assistente preparerà, presterà assistenza e darà seguito ai gruppi di lavoro con le autorità nazionali e regionali a livello amministrativo e politico in vari settori di attività del Parlamento. Inoltre, l'assistente:

  • redigerà corrispondenza, prevalentemente in francese, con le autorità regionali e nazionali, anche al massimo livello,
  • si occuperà degli accordi di partenariato e dei visitatori
  • terrà i contatti con associazioni che si occupano di affari europei, in particolare quelle della Francia, del Belgio, del Lussemburgo e delle regioni confinanti della Germania.

In tale contesto, sono richieste solide capacità organizzative. Aver maturato precedentemente esperienza in un contesto internazionale e, in particolare, in seno a un Parlamento costituisce un vantaggio. Poiché la posizione implica numerosi contatti interni ed esterni, richiede eccellenti capacità redazionali, uno spiccato senso per la diplomazia, grande facilità di comunicazione e ottime competenze interpersonali.

La sede di lavoro è Bruxelles, ma potrete essere riassegnati in uno degli altri luoghi di lavoro del Parlamento europeo. Sarete chiamati a effettuare missioni regolari fra i tre luoghi di lavoro abituali del Parlamento europeo (Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo) e al di fuori di essi.

Tra le mansioni principali figurano le seguenti:

  • preparare, prestare assistenza e dare seguito alle attività dei gruppi di lavoro con autorità nazionali e regionali, in particolare quelle della Francia, del Lussemburgo e del Belgio, trasmettendo le informazioni tra i vari livelli della gerarchia;
  • prendere contatti e svolgere una funzione di collegamento con le autorità nazionali e regionali, in particolare quelle della Francia, del Lussemburgo e del Belgio;
  • assistere i gruppi di lavoro nei vari compiti amministrativi, con particolare riferimento alla stesura dei processi verbali;
  • preparare e dare assistenza nello svolgimento e nel completamento di negoziati relativi ad accordi amministrativi con le autorità nazionali o regionali, nonché associazioni che si occupano di affari europei, in particolare quelle della Francia, del Lussemburgo e del Belgio e delle regioni confinanti della Germania;
  • elaborare fascicoli secondo le procedure stabilite, in forma cartacea o elettronica, e fornire alle autorità decisionali i fascicoli definitivi con le informazioni di base pertinenti, se necessario;
  • dare seguito alle decisioni, fornire informazioni in risposta a richieste di informazioni sullo stato di avanzamento dei casi, redigere sintesi, spesso con scadenze serrate;
  • organizzare visite, ricevere visitatori e svolgere compiti specifici nell'ambito delle attività del dipartimento.

Tali mansioni richiedono le seguenti attitudini:

  • doti organizzative e di pianificazione;
  • capacità di analisi e di comprensione;
  • rigore;
  • capacità di relazione e di collaborazione in rete;
  • riservatezza e discrezione;
  • capacità di ottenere risultati in tempi brevi;
  • tatto e diplomazia.

Condizioni di ammissione

3. Requisiti di ammissione

Alla data di scadenza del termine per la presentazione delle candidature, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti:

a) Requisiti generali

Come previsto dall'articolo 12, paragrafo 2, del regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea, occorre:

  • essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione europea;
  • godere dei diritti politici;
  • essere in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi di militari;
  • offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

b) Requisiti specifici

i) Qualifiche e competenze richieste

I candidati dovranno essere in possesso di:

  • un livello di istruzione superiore attestato da un diploma,

oppure

  • un livello di istruzione secondaria attestato da un diploma che dia accesso all'istruzione superiore, seguito da un'esperienza professionale di almeno tre anni attinente alle mansioni da svolgere. Questi tre anni di esperienza professionale non saranno presi in considerazione ai fini della valutazione dell'esperienza professionale di cui in appresso.

Il comitato di selezione terrà conto dei diversi sistemi di insegnamento. Nella tabella allegata alla Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo figurano esempi dei diplomi minimi richiesti.

ii) Esperienza professionale richiesta

Dopo aver conseguito le qualifiche di cui sopra, è necessario aver maturato almeno cinque anni di esperienza professionale attinente alle mansioni di cui alla sezione A.2. Le precedenti esperienze maturate in un contesto internazionale e, in particolare, all'interno di un Parlamento rappresentano un punto di forza.

iii) Conoscenze linguistiche

I candidati devono disporre di una conoscenza approfondita (di livello C1) di una lingua ufficiale dell'Unione europea (lingua 1): bulgaro, ceco, croato, danese, estone, finlandese, francese, greco, inglese, irlandese, italiano, lettone, lituano, maltese, neerlandese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo, svedese, tedesco o ungherese

e

avere una conoscenza approfondita (di livello C1) del francese (lingua 2). La lingua 2 deve essere diversa dalla lingua 1. Se la lingua 1 è il francese, è richiesta una conoscenza soddisfacente (livello B2) di una delle altre 23 lingue ufficiali dell'Unione europea.

La conoscenza del tedesco e/o del neerlandese costituisce un punto di forza.

Si noti che i livelli minimi sopra richiesti devono applicarsi a tutte le competenze linguistiche (conversazione, scrittura, lettura e ascolto) richieste nell'atto di candidatura. Tali competenze corrispondono a quelle indicate nel Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (https://europa.eu/europass/it/common-european-framework-reference). 

Si informano i candidati che tale disposizione linguistica particolare, vale a dire la conoscenza approfondita del francese, è stata definita in base all'interesse del servizio per quanto riguarda i requisiti specifici del posto.

Nello specifico, il francese è la principale lingua di comunicazione con le autorità nazionali e regionali dei tre paesi ospitanti dei luoghi di lavoro del Parlamento europeo, Francia, Belgio e Lussemburgo, nonché una delle lingue più comunemente usate nelle comunicazioni interne del Parlamento europeo. Di conseguenza, per poter svolgere le sue mansioni, di cui alla sezione A.2. del presente bando di assunzione, e per garantire il regolare funzionamento del servizio, l'agente temporaneo assunto deve essere in grado di lavorare e comunicare efficacemente in francese.

La conoscenza del tedesco e/o del neerlandese costituisce un punto di forza, poiché il neerlandese può essere richiesto nelle comunicazioni con le autorità belghe e il tedesco nelle comunicazioni con le autorità lussemburghesi e con le associazioni che si occupano di affari europei delle regioni confinanti della Germania.

Inoltre, ai fini della parità di trattamento, tutti i candidati, anche se hanno il francese come prima lingua ufficiale, devono avere una conoscenza soddisfacente di una seconda lingua, che deve essere una delle altre lingue ufficiali dell'Unione europea.

Ammissione alla procedura di selezione

B. PROCEDURA

1. Ammissione alla procedura di selezione

La procedura è organizzata per titoli e prove.

Se

  • soddisfate i requisiti generali di ammissione e
  • avete presentato la vostra candidatura secondo le modalità ed entro le scadenze previste,

il comitato di selezione esaminerà il vostro fascicolo rispetto ai requisiti specifici di ammissione.

Se soddisfate i requisiti specifici di ammissione, siete ammessi alla
procedura di selezione

Il comitato di selezione baserà le sue decisioni esclusivamente sulle informazioni fornite nel modulo di candidatura e comprovate da documenti giustificativi (per ulteriori dettagli si veda la Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo).

Valutazione delle qualifiche

2. Valutazione delle qualifiche

Il comitato di selezione procede, sulla base di una griglia di valutazione prestabilita, alla valutazione delle qualifiche dei candidati ammessi alla procedura di selezione e stabilisce l'elenco dei 12 migliori candidati che saranno invitati alla prova scritta.

Nel valutare le qualifiche dei candidati, il comitato di selezione terrà conto in particolare dei seguenti aspetti (da comprovare con i documenti giustificativi allegati al fascicolo di candidatura):

  • ulteriori titoli di studio e diplomi attinenti alle mansioni da svolgere;
  • esperienza nell'elaborazione di fascicoli;
  • esperienza nella redazione di lettere, note, sintesi e processi verbali in francese;
  • esperienza nell'intrattenere contatti con le autorità nazionali;
  • esperienza nel fornire assistenza nell'adempimento di compiti amministrativi e nell'esecuzione di decisioni;
  • esperienza professionale in un contesto multiculturale e internazionale.

Punteggio: da 0 a 20 punti.

Prove

3. Prove

Prova scritta

a) Prova redazionale in francese, sulla base di una serie di documenti, destinata a valutare la capacità di svolgere le mansioni di cui al punto A.2., nonché di comprendere le esigenze dell'Istituzione, approntare soluzioni e dare supporto agli utenti finali.

Durata della prova: 90 minuti
Punteggio: da 0 a 20 punti (minimo richiesto: 10 punti).

La prova potrà essere organizzata a distanza e online (al computer).

I sei candidati che avranno ottenuto il punteggio più elevato saranno invitati a sostenere le prove orali, purché abbiano ottenuto il punteggio minimo richiesto.

Prove orali

b) Colloquio con il comitato di selezione in francese destinato a valutare, tenuto conto di tutti gli elementi figuranti nel fascicolo di candidatura, la vostra attitudine a svolgere le mansioni di cui al punto A.2. Il comitato di selezione può decidere di verificare le vostre competenze linguistiche indicate nell'atto di candidatura.

Durata della prova: 45 minuti
Punteggio: da 0 a 40 punti (minimo richiesto: 20 punti).
La prova potrà essere organizzata a distanza e online (al computer).

c) Gioco di ruolo o esercizio di gruppo in francese, destinata a permettere al comitato di selezione di valutare la vostra capacità di adattamento, le vostre attitudini negoziali e le vostre competenze relazionali.

Durata della prova: 25 minuti
Punteggio: da 0 a 20 punti (minimo richiesto: 10 punti).
La prova potrà essere organizzata a distanza e online (al computer).

Riceverete a tempo debito le istruzioni relative alle prove scritte e orali. Le prove si svolgeranno in una data determinata e a un orario determinato. I candidati che non rispondono a un invito, non possono essere contattati per posta elettronica o non si presentano alle prove saranno squalificati. Le istruzioni devono essere seguite alla lettera. La mancata conformità alle istruzioni o qualsiasi azione non compatibile con le stesse comporta la vostra immediata squalifica.

Elenco di idoneità

4. Iscrizione nell'elenco di idoneità

Sono iscritti nell'elenco di idoneità, in ordine di merito, i nominativi dei tre candidati che abbiano ottenuto il punteggio più elevato nell'insieme della procedura (valutazione delle qualifiche e prove) e che abbiano conseguito la soglia minima richiesta in ciascuna delle prove.

I candidati saranno informati individualmente per iscritto dei risultati ottenuti.

L'elenco di idoneità sarà pubblicato nell'Intranet del Parlamento europeo.

L'elenco giunge a scadenza il 31 dicembre 2024; tuttavia, la sua validità potrà essere prorogata. In tal caso, i candidati iscritti nell'elenco saranno informati in tempo utile.

Coloro ai quali sarà offerto un impiego dovranno presentare, a fini di verifica, gli originali di tutti i documenti richiesti, in particolare dei loro diplomi e delle loro attestazioni di lavoro.

Il fatto di essere iscritti in un elenco di idoneità non comporta il diritto, né la garanzia di essere assunti.

Presentazione delle candidature

C. PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

Per presentare una candidatura, occorre avere un profilo nella piattaforma Apply4EP: https://apply4ep.gestmax.eu/search/index/lang/it_IT. È permesso creare soltanto UN profilo. Per farlo, cliccare su "Apply online" in fondo alla pagina.

Prima di compilare il modulo di candidatura e fornire i relativi documenti giustificativi, dovete leggere attentamente la Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo.

Il termine per la presentazione delle candidature è il

30 settembre 2021, alle ore 12.00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

Un avviso di ricevimento vi sarà inviato automaticamente non appena il vostro modulo di candidatura sarà stato convalidato.

Siete pregati di NON TELEFONARE per avere informazioni sul calendario della procedura.