This website uses cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue we assume that you consent to receive all cookies on all websites.
For further information, please click here >>.

CORRETTORI DI BOZZE/REVISORI LINGUISTICI PER LE LINGUE: BULGARO, DANESE, FINLANDESE, FRANCESE, INGLESE, IRLANDESE, LITUANO, MALTESE, NEERLANDESE, RUMENO, SVEDESE E TEDESCO

Luogo : Lussemburgo
Termine ultimo della pubblicazione sul sito esterno : 30/05/2025 17:00
Servizio : 09-Direzione generale della Traduzione
Riferimento : APPEL À MANIFESTATION D'INTÉRÊT PROOF-READERS/EDITORS
Guida per i candidati :

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE

CREAZIONE DI UNA BANCA DATI

Correttori di bozze/revisori linguistici per le lingue: bulgaro, danese, finlandese, francese, inglese, irlandese, lituano, maltese, neerlandese, rumeno, svedese e tedesco

Lussemburgo

Agenti temporanei (AST 3) e agenti contrattuali (gruppo di funzioni III) 

1.      Osservazioni generali

Il Segretariato generale del Parlamento europeo pubblica il presente invito a manifestare interesse al fine di creare una banca dati di candidati interessati a ricoprire un posto vacante in qualità di correttore di bozze/revisore linguistico alla Direzione generale della Traduzione (DG TRAD) con sede a Lussemburgo

La banca dati fungerà da elenco di candidati ai fini di un'eventuale assunzione finalizzata all'ampliamento delle nostre capacità linguistiche ed editoriali. 

In seguito alla creazione della banca dati, i candidati i cui nominativi sono stati inseriti nella banca dati possono essere selezionati come agenti temporanei per coprire gli eventuali posti vacanti di correttori di bozze/revisori linguistici alla DG TRAD, conformemente alle disposizioni di cui all'articolo 2, lettera b), del Regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA). I candidati saranno selezionati conformemente alle disposizioni di cui all'articolo 4 (commissione paritetica (COPAR)) delle disposizioni generali di esecuzione relative ai concorsi e alle procedure di selezione, all'assunzione e all'inquadramento nel grado dei funzionari e degli altri agenti del Parlamento europeo.

In casi meno frequenti, in funzione della disponibilità di risorse e in assenza di opportunità di assunzione di agenti temporanei, i candidati i cui nominativi sono stati inseriti nella banca dati possono anche essere selezionati come agenti contrattuali con mansioni ausiliarie per coprire gli eventuali posti vacanti di correttori di bozze/revisori linguistici alla DG TRAD, conformemente alle disposizioni di cui all'articolo 3 ter del Regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA). I candidati saranno selezionati conformemente alle disposizioni di cui all'articolo 7 (comitato congiunto per la selezione degli agenti contrattuali ausiliari (COSCON)) e all'articolo 8 (procedura di selezione degli agenti contrattuali) delle disposizioni generali di esecuzione relative ai concorsi e alle procedure di selezione, all'assunzione e all'inquadramento nel grado dei funzionari e degli altri agenti del Parlamento europeo.

Il Parlamento europeo applica una politica di pari opportunità e accetta le candidature senza discriminazioni, siano queste fondate sul genere, il colore della pelle, le origini etniche o sociali, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza a una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l'età, l'orientamento sessuale, lo stato civile o la situazione familiare.

Le persone interessate a entrare a far parte di un team dinamico che si occupa di garantire l'accuratezza e la chiarezza linguistica dei documenti e delle comunicazioni parlamentari sono invitate a manifestare il proprio interesse. La figura professionale ricercata è fondamentale per mantenere lo standard elevato di multilinguismo che il Parlamento europeo sostiene. Per presentare domanda, gli interessati devono presentare un CV e compilare il modulo di domanda mediante la piattaforma APPLY4EP, creando innanzitutto un account (qualora non ne avessero già uno). A tal fine, devono leggere attentamente il presente bando, cliccare sul tasto "Candidatura online" e seguire i passaggi della procedura di candidatura online. Devono altresì leggere con attenzione la guida allegata al presente bando. Gli interessati possono disporre di un unico account sulla piattaforma APPLY4EP. I dati personali registrati nell'account saranno trattati nel pieno rispetto del regolamento (UE) 2018/1725 del Parlamento europeo e del Consiglio e sono modificabili ai fini di un loro aggiornamento. L'informativa sulla protezione dei dati personali è disponibile sulla homepage di APPLY4EP.

2.      Natura delle funzioni

Lavorando sotto supervisione e nell'ambito di un sistema informatizzato, i correttori di bozze/revisori linguistici sono responsabili, fra l'altro, dei compiti seguenti:

·        correzione di bozze di documenti;

·        controllo della coerenza di testi tradotti rispetto alla lingua originale;

·        preparazione e verifica di contenuti in vari formati e su diversi media;

·        correzione di errori di ortografia, grammatica e sintassi;

·        supporto all'organizzazione e al monitoraggio dei processi di produzione finalizzati alla pubblicazione. 

Sono altresì richieste

·        eccellenti capacità di correzione di bozze, oltre a una perfetta padronanza della grammatica e dell'ortografia di una delle lingue seguenti: bulgaro, danese, finlandese, francese, inglese, irlandese, lituano, maltese, neerlandese, rumeno, svedese o tedesco (lingua 1);

·        una conoscenza soddisfacente della lingua inglese o della lingua francese (lingua 2); la lingua 2 deve essere diversa dalla lingua 1; se la lingua 1 è l'inglese o il francese, è richiesta una conoscenza soddisfacente di una delle altre 23 lingue ufficiali dell'Unione europea;

·        la capacità di lavorare in modo flessibile e con scadenze serrate;

·        la conoscenza dei processi traduttivi e delle regole editoriali. 

3.      Mansioni

In linea con i programmi e le priorità definiti dagli organi e/o dalla dirigenza del Parlamento, e sotto l'autorità dei funzionari responsabili:

·        correzione di testi in termini di ortografia, grammatica, sintassi, punteggiatura, tipografia, formattazione, conformità tecnica, coerenza con riferimenti esterni, ecc.;

·        verifica di testi per quanto riguarda la coerenza linguistica e terminologica, il rispetto delle convenzioni e delle regole stilistiche, ecc.;

·        pre- e post-trattamento di documenti con l'ausilio di strumenti di traduzione, software per l'elaborazione di testi e altre applicazioni per ufficio;

·        ricerca e integrazione di testi esistenti (testi standard, documenti di riferimento, titoli, estratti dei trattati, estratti delle regolamentazioni, testi della Commissione, ecc.);

·        preparazione di progetti di traduzione di testi brevi e non legislativi o di parti di essi;

·        assistenza ai traduttori e ai terminologi del dipartimento mediante ricerche terminologiche, l'aggiornamento delle banche dati terminologiche, la preparazione della terminologia per la traduzione all'interno degli strumenti di traduzione assistita, ecc.;

·        assistenza nell'esecuzione di controlli di qualità tecnica e linguistica dei testi;

·        svolgimento di altre mansioni linguistiche come la trascrizione, la verifica dei file trascritti, il controllo di testi in vari formati (contenuti di traduzione automatica, file audio, file video, ecc.), il controllo e la moderazione di contenuti destinati a siti web e social media;

·        assistenza alla formazione, all'integrazione di nuovi colleghi, alla formazione all'interno del dipartimento, allo sviluppo di strumenti informatici.

Competenze specifiche richieste:

·        perfezionamento continuo;

·        flessibilità;

·        spirito di squadra e cooperazione;

·        orientamento ai risultati;

·        affidabilità;

·        rigore;

·        capacità di analisi e di comprensione.

Ambiente di lavoro:

·        carico di lavoro variabile in funzione del calendario parlamentare;

·        necessità di rispettare le scadenze.

4.      Ammissibilità

Per essere ammissibili a potenziali opportunità future, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti generali e specifici:

a.      Requisiti generali 

·        essere cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea;

·        aver soddisfatto gli eventuali obblighi imposti dalla normativa nazionale in materia di servizio militare;

·        offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

b.     Requisiti specifici

       i.           Qualifiche e competenze richieste

Per il grado AST 3/FGIII, almeno:

·        un livello di istruzione superiore attestato da un diploma

oppure

·        un livello di studi secondari attestato da un diploma che dia accesso all'istruzione post-secondaria, e un'esperienza professionale adeguata di almeno tre anni; 

     oppure

·        se l'interesse del servizio lo giustifica, una formazione professionale di livello equivalente.

Prima dell'assunzione, i candidati prescelti i cui nominativi sono stati inseriti nella banca dati saranno invitati a fornire la documentazione attestante le informazioni contenute nel modulo di domanda (diplomi, certificati e altri documenti giustificativi).

 I diplomi, siano essi rilasciati in uno Stato membro o in un paese terzo, devono essere riconosciuti da un organismo ufficiale di uno Stato membro dell'UE, ad esempio il ministero dell'Istruzione.

 I candidati titolari di diplomi rilasciati in un paese terzo devono attestare l'equivalenza dei loro diplomi nell'UE. Ulteriori informazioni sul riconoscimento delle qualifiche extra-UE sono disponibili nelle reti ENIC-NARIC (https://www.enic-naric.net).

 Saranno tenute in considerazione le differenze tra i sistemi di insegnamento. Nella tabella allegata alla guida figurano esempi dei diplomi minimi richiesti.

     ii.          Conoscenza delle lingue

I candidati devono avere

·        una conoscenza perfetta a livello madrelingua di una delle seguenti lingue ufficiali dell'Unione europea (lingua 1): bulgaro, danese, finlandese, francese, inglese, irlandese, lituano, maltese, neerlandese, rumeno, svedese o tedesco. 

È altresì richiesta

·        una conoscenza soddisfacente (almeno al livello B2) dell'inglese o del francese (lingua 2). La lingua 2 deve essere diversa dalla lingua 1. Se la lingua 1 è l'inglese o il francese, è richiesta una conoscenza soddisfacente (livello B2) di una delle altre 23 lingue ufficiali dell'Unione europea.

 Si noti che i livelli minimi richiesti più sopra valgono per ogni settore di competenza linguistica (conversazione, scrittura, lettura e ascolto) cui si fa riferimento nel modulo di domanda. Tali competenze corrispondono a quelle indicate nel Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (https://europa.eu/europass/common-european-framework-reference-language-skills). 

 

Si informano i candidati che le due opzioni per la seconda lingua (lingua 2) previste per la presente procedura volta a creare una banca dati, ovvero l'inglese o il francese, sono state definite in base all'interesse del servizio e, in particolare, per le posizioni di correttori di bozze/revisori linguistici. L'inglese e il francese sono infatti le due lingue più comunemente usate per svolgere le mansioni di cui alla sezione 3 dell'invito a manifestare interesse. Di conseguenza, per poter essere immediatamente operative, le persone assunte devono essere in grado di lavorare e comunicare efficacemente in inglese o in francese.

5.      Banca dati

Se l'interessato

·        soddisfa i requisiti generali di ammissibilità; e

·        ha compilato il modulo di domanda mediante la piattaforma APPLY4EP (cfr. in appresso "Candidature") conformemente alla procedura e nel rispetto dei termini,

il suo nominativo sarà inserito nella banca dati.

La decisione di inserire il nominativo di una persona si baserà esclusivamente sulle informazioni fornite nel modulo di domanda e nella documentazione allegata. Tali informazioni e la relativa documentazione saranno verificate in una fase successiva in caso di offerta di assunzione.

In caso di necessità, i servizi incaricati delle assunzioni effettueranno una ricerca nella banca dati per stilare un elenco ristretto di candidati che corrispondono ai requisiti, sulla base delle informazioni contenute nelle candidature.

Se sarà inserito nella lista ristretta, il candidato può essere invitato a sostenere prove e colloqui organizzati dai servizi incaricati delle assunzioni.

Le prove e i colloqui di assunzione mirano a valutare l'idoneità del candidato alla posizione in questione e possono consistere in una prova scritta (ad esempio, la correzione di un testo nella lingua 1). Possono essere valutate anche le conoscenze linguistiche.

6.      Candidature – come manifestare interesse

I candidati interessati devono completare il modulo di domanda UNICAMENTE tramite la piattaforma online APPLY4EP. 

Una volta creato l'account, i candidati devono caricare un curriculum vitae dettagliato. È obbligatorio utilizzare il formato Europass (https://europa.eu/europass/select-language?destination=/node/1). 

I candidati devono quindi compilare il resto dell'atto di candidatura.        

Le informazioni devono essere supportate da idonea documentazione.

Ulteriori informazioni sulle modalità con cui manifestare interesse sono reperibili nella guida allegata alla presente comunicazione.

Il termine ultimo per presentare le manifestazioni di interesse è il 30 maggio 2025 alle 17:00 (ora di Lussemburgo). Non saranno ammesse le manifestazioni di interesse pervenute dopo tale scadenza.

L'inserimento del nominativo nella banca dati o il superamento di un colloquio e/o di una prova di selezione non costituiscono una garanzia di assunzione. Ove si renda disponibile una posizione, i servizi incaricati delle assunzioni possono consultare la banca dati e convocare i candidati il cui profilo corrisponde meglio alle esigenze del posto in questione. Qualora emerga che le informazioni fornite non sono corrette, i candidati saranno esclusi dalla procedura e i loro nominativi cancellati dalla banca dati.

Il Parlamento europeo applica una rigorosa politica di pari opportunità nelle procedure di selezione per garantire la parità di trattamento di tutti i candidati.

Le condizioni di lavoro presso le istituzioni europee sono definite dal Regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA). Tutti i dettagli delle modalità di lavoro sono reperibili al seguente link: 

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:01962R0031-20140501&from=IT (Titolo II: "Degli agenti temporanei" e Titolo IV: "Degli agenti contrattuali").

L'assunzione degli agenti temporanei avverrà al grado AST 3, primo scatto. Lo stipendio base ammonta a 4 302,25 EUR mensili. La retribuzione è assoggettata a un'imposta dell'Unione europea e alle altre trattenute previste dal Regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA), mentre è esente da imposte nazionali. Lo scatto in cui saranno inquadrati i candidati idonei potrà tuttavia essere adeguato in base alla loro esperienza professionale. Inoltre, la retribuzione lorda è, subordinatamente a determinate condizioni, maggiorata di indennità.

L'assunzione degli agenti contrattuali avverrà nel gruppo di funzioni III. La retribuzione mensile di base è compresa tra 3 111,21 EUR e 5 768,76 EUR (gruppo di funzioni III) a seconda della formazione e dell'esperienza professionale specifica del candidato. La retribuzione è assoggettata a un'imposta dell'Unione europea e alle altre trattenute previste dal Regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA), mentre è esente da imposte nazionali. Inoltre, la retribuzione lorda è, subordinatamente a determinate condizioni, maggiorata di indennità.

La banca dati sarà valida fino al 31 dicembre 2026. La sua validità potrà essere prorogata con decisione dell'autorità che ha il potere di nomina. In tal caso, i candidati i cui nominativi sono presenti nella banca dati saranno informati in tempo utile.