This website uses cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue we assume that you consent to receive all cookies on all websites.
For further information, please click here >>.

ASSISTENTE ADDETTO ALLE APPLICAZIONI DELLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (AST9) M/F

Luogo : Lussemburgo
Termine ultimo della pubblicazione sul sito esterno : 17/09/2020 23:59
Servizio : 11-Direction Générale des finances
Rif. : EP/231/S
Guida per i candidati :

Informazioni generali

Prima di presentare la candidatura, è opportuno leggere attentamente la Guida per i candidati allegata al presente bando di assunzione.

La guida costituisce parte integrante del bando di assunzione e facilita la comprensione delle regole relative alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo e alle modalità di presentazione della candidatura.

INDICE

A. MANSIONI DA SVOLGERE E REQUISITI DI AMMISSIONE

B. SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA

C. PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

 

ALLEGATO: GUIDA PER I CANDIDATI ALLE PROCEDURE DI SELEZIONE ORGANIZZATE DAL PARLAMENTO EUROPEO

 

A. MANSIONI DA SVOLGERE E REQUISITI DI AMMISSIONE

1. Osservazioni generali

Il Parlamento europeo ha deciso di avviare la procedura di assegnazione di un posto di agente temporaneo (AST 9), assistente in seno alla Direzione del Bilancio e dei servizi finanziari della Direzione generale delle Finanze.

Il contratto sarà concluso a tempo indeterminato. L'assunzione avverrà al grado AST 9, primo scatto, con una retribuzione di base mensile pari a 8 002,30 EUR. La retribuzione è soggetta all'imposta comunitaria e alle altre trattenute previste dal regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA)[1], mentre è esente da imposte nazionali. Lo scatto in cui il candidato prescelto sarà inquadrato potrà essere adeguato in base alla sua esperienza professionale. Inoltre, la retribuzione di base è, subordinatamente a determinate condizioni, maggiorata di indennità.

L'assunzione di agenti temporanei ha lo scopo di assicurare all'Istituzione i servizi di persone dotate delle più elevate capacità e doti di efficienza e integrità, assunte su una base geografica quanto più ampia possibile tra i cittadini degli Stati membri dell'Unione.

Il Parlamento europeo applica una politica di pari opportunità ed accetta le candidature senza discriminazione alcuna, che si tratti di discriminazioni fondate sul sesso, la razza, il colore della pelle, le origini etniche o sociali, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza a una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l'età, l'orientamento sessuale, lo stato civile o la situazione familiare.

Nel presente bando, ogni riferimento a persona di sesso maschile si intende fatto altresì a persona di sesso femminile e viceversa.

[1] Cfr. regolamento (CEE, Euratom, CECA) n. 259/68 del Consiglio (GU L 56 del 4.3.1968, pag. 1), modificato dal regolamento (CE, Euratom) n. 723/2004 del Consiglio, del 22 marzo 2004 (GU L 124 del 27.4.2004, pag. 1) e da ultimo dal regolamento (UE, Euratom) n. 1023/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che modifica lo statuto dei funzionari dell'Unione europea e il regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (GU L 287 del 29.10.2013, pag. 15).

Natura delle funzioni

2. Descrizione delle mansioni

Sotto il controllo diretto del responsabile di progetto del sistema di gestione finanziaria (Financial Management System – FMS), svolgerete compiti di supporto in uno o più ambiti di competenza dell'entità. L'ambito del progetto FMS copre principalmente a) i processi di bilancio, di contabilità generale e di contabilità dei costi, b) le procedure di gestione dei beni, dell'inventario e dei contratti e la relativa rendicontazione. Molti di questi processi sono basati sulle norme stabilite dal regolamento finanziario applicabile al bilancio generale dell'Unione europea e le sue modalità di applicazione.

Il progetto FMS interagisce anche con un numero considerevole di applicazioni sviluppate in seno al Parlamento europeo e basate su tecnologie diverse. La maggior parte di queste applicazioni è utilizzata per preparare i pagamenti destinati ai deputati, al personale e ai fornitori esterni del Parlamento europeo.

In servizio a Lussemburgo[2], sarete chiamati a effettuare missioni regolari fra i tre luoghi di lavoro abituali del Parlamento europeo (Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo) e al di fuori di essi.

Lavorerete in stretta collaborazione con gli altri membri dell'unità Centro di competenza FMS e, se del caso, con altri utenti finali.

Fornirete all'unità Centro di competenza FMS un supporto tempestivo e pertinente, unitamente a informazioni su varie questioni tecniche inerenti alla vostra sfera di competenza, che riguarderà il modulo SAP di Gestione finanziaria.

I vostri compiti principali saranno i seguenti:

  • la preparazione, l'organizzazione e l'esecuzione dei vari compiti relativi alla manutenzione preventiva e correttiva dell'FMS (ad esempio, configurazione, sviluppo, test, migrazione, ecc.);
  • l'analisi delle esigenze del Parlamento europeo in termini di gestione ed esecuzione del bilancio, nonché in altri settori di integrazione dell'FMS;
  • l'approntamento di soluzioni nel modulo SAP di Gestione finanziaria volte a soddisfare le esigenze aziendali e la preparazione delle relative specifiche funzionali necessarie per eventuali ulteriori sviluppi specifici;
  • compiti di orientamento e di supporto agli utenti finali, compreso il contributo alla preparazione di corsi di formazione specifici.

Tali mansioni richiedono le seguenti attitudini:

–       capacità di analisi;
–       capacità organizzative e di pianificazione;
–       attitudine al lavoro di squadra;
–       capacità di comunicazione scritta e orale;
–       capacità di risolvere i problemi;
–       mentalità orientata al cliente.

[1] Cfr. regolamento (CEE, Euratom, CECA) n. 259/68 del Consiglio (GU L 56 del 4.3.1968, pag. 1), modificato dal regolamento (CE, Euratom) n. 723/2004 del Consiglio, del 22 marzo 2004 (GU L 124 del 27.4.2004, pag. 1) e da ultimo dal regolamento (UE, Euratom) n. 1023/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che modifica lo statuto dei funzionari dell'Unione europea e il regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (GU L 287 del 29.10.2013, pag. 15).

[2] Il posto potrà essere riassegnato in uno degli altri luoghi di lavoro del Parlamento européo.

Condizioni di ammissione

 3. Requisiti di ammissione

Alla data di scadenza del termine per la presentazione delle candidature, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti:

 (a)     Requisiti generali

 Come previsto dall'articolo 12, paragrafo 2, del RAA occorre:

–          essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione europea;

–          godere dei diritti politici;

–          essere in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari;

–          offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

(b)       Requisiti specifici

 (i)      Qualifiche e competenze richieste

Dovete essere in possesso di:

  • un livello di istruzione superiore attestato da un diploma,

oppure

  • un livello di istruzione secondaria attestato da un diploma che dia accesso all'istruzione superiore, seguito da un'esperienza professionale di almeno tre anni attinente alle mansioni da svolgere. Questi tre anni di esperienza professionale non saranno presi in considerazione ai fini della valutazione dell'esperienza professionale di cui in appresso.

Il comitato di selezione terrà conto dei diversi sistemi di insegnamento. Nella tabella allegata alla Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo figurano esempi dei diplomi minimi richiesti.

Una certificazione SAP sarà considerata un punto a favore.

(ii)     Esperienza professionale richiesta

Dopo aver conseguito le qualifiche di cui sopra, è necessario aver maturato almeno 13 anni di esperienza professionale attinente alle mansioni, di cui 10 di lavoro con il modulo SAP di Gestione finanziaria.

(iii)   Conoscenze linguistiche

I candidati devono disporre di una conoscenza approfondita (almeno di livello C1[1]) di una lingua ufficiale dell'Unione europea (lingua 1): bulgaro, ceco, croato, danese, estone, finlandese, francese, greco, inglese, irlandese, italiano, lettone, lituano, maltese, neerlandese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo, svedese, tedesco o ungherese

e

avere una conoscenza molto buona (almeno di livello B21 ) dell'inglese o del francese (lingua 2).

La lingua 2 deve essere diversa dalla lingua 1.

Si informano i candidati che le due opzioni previste per la lingua 2 (inglese e francese) nella presente procedura di selezione sono state definite nell'interesse del servizio. In virtù dei compiti previsti, il posto di addetto alle applicazioni delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) richiede competenze specifiche di tipo analitico e organizzativo, nonché competenze relative allo sviluppo di programmi TIC e alla comunicazione orale e scritta.

La conoscenza dell'inglese o del francese è essenziale se l'agente deve adempiere alle proprie responsabilità nell'ambito delle funzioni attribuitegli. All'agente sarà richiesto di sviluppare relazioni di lavoro con interlocutori che si esprimono principalmente in inglese o in francese al fine di raggiungere gli obiettivi e realizzare progetti specifici per il Parlamento europeo.

L'agente temporaneo dovrà utilizzare e sviluppare programmi TIC principalmente in inglese, la lingua utilizzata al Parlamento europeo e a livello universale per la comunicazione e lo sviluppo nel campo delle tecnologie dell'informazione. L'inglese è anche la principale lingua di lavoro utilizzata nel sistema di gestione finanziaria e, più in generale, nelle direzioni appartenenti alla Direzione generale delle Finanze.

Il francese è ampiamente utilizzato nella comunicazione scritta e orale con le autorità politiche e amministrative del Parlamento e con le altre direzioni generali. Inoltre, la posizione, con sede a Lussemburgo, comporta anche l'interazione con i prestatori esterni di servizi TIC locali e con vari attori la cui lingua principale di comunicazione è il francese.

Pertanto, se la persona assunta deve comprendere e svolgere le proprie mansioni e contribuire al buon funzionamento del dipartimento, deve essere in grado di comunicare efficacemente con la direzione, i colleghi e gli interlocutori esterni in almeno una di queste due lingue.

Inoltre, ai fini della parità di trattamento, tutti i candidati, anche se hanno una di queste due lingue come prima lingua ufficiale, devono avere una conoscenza soddisfacente di una seconda lingua, che deve essere l'altra delle due lingue suddette.

[1] Si veda il quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER) – https://europass.cedefop.europa.eu/sites/default/files/cefr-en.pdf

Ammissione alla procedura di selezione

B. SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA

 1. Ammissione alla procedura di selezione

La procedura è organizzata per titoli e prove.

Se

  • soddisfate i requisiti generali di ammissione e
  • avete presentato la vostra candidatura secondo le modalità ed entro le scadenze previste,

il comitato di selezione esaminerà la vostra candidatura rispetto ai requisiti specifici di ammissione.

Se soddisfate i requisiti specifici di ammissione, sarete ammessi alla procedura di selezione.

Il comitato di selezione baserà le sue decisioni esclusivamente sulle informazioni fornite nel modulo di candidatura e comprovate da documenti giustificativi (per ulteriori dettagli si veda la Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo).

Valutazione delle qualifiche

2. Valutazione delle qualifiche

Il comitato di selezione procede, sulla base di una griglia di valutazione prestabilita, alla valutazione delle qualifiche dei candidati ammessi alla procedura di selezione e stabilisce l'elenco dei 12 migliori candidati che saranno invitati alla prova scritta.

Nel valutare le qualifiche dei candidati, il comitato di selezione terrà conto in particolare dei seguenti aspetti (da comprovare con i documenti giustificativi allegati al fascicolo di candidatura):

  • ulteriori titoli di studio e diplomi attinenti alle mansioni da svolgere;
  • esperienza nelle tecniche di analisi operative;
  • esperienza nell'implementazione di SAP nella gestione finanziaria nel settore pubblico;
  • esperienza lavorativa in un contesto multiculturale e internazionale.

 Punteggio: da 0 a 20 punti.

Prove

3. Prove

 Prova scritta

(a)     Prova redazionale nella lingua 2 (inglese o francese) sulla base di una serie di documenti, destinata a valutare la vostra capacità di svolgere le mansioni di cui al punto A.2, nonché di comprendere le esigenze aziendali, approntare soluzioni e dare supporto agli utenti finali.

Durata delle prove: 3 ore

Punteggio: da 0 a 40 punti (minimo richiesto: 20 punti).

I sei candidati che avranno ottenuto il punteggio più elevato saranno invitati a sostenere le prove orali, purché abbiano ottenuto il punteggio minimo richiesto.

Prove orali

(b)     Colloquio con il comitato di selezione nella lingua 2 (inglese o francese), destinato a valutare, tenuto conto di tutti gli elementi figuranti nel fascicolo di candidatura, la vostra attitudine a svolgere le mansioni di cui al punto A.2. Il comitato di selezione può decidere di verificare le vostre competenze linguistiche quali indicate nell'atto di candidatura.

Durata delle prove: 45 minuti

Punteggio: da 0 a 40 punti (minimo richiesto: 20 punti).

(c)     Prova di discussione di gruppo nella lingua 2 (inglese o francese), destinata a permettere al comitato di selezione di valutare la vostra capacità di adattamento, le vostre attitudini negoziali e la vostra attitudine al lavoro di squadra.

La durata di questa prova sarà definita dal comitato di selezione in funzione della composizione definitiva dei gruppi.

Punteggio: da 0 a 20 punti (minimo richiesto: 10 punti).

Elenco di idoneità

4. Iscrizione nell'elenco di idoneità

Sono iscritti nell'elenco di idoneità, in ordine di merito, i nominativi dei tre candidati che abbiano ottenuto il punteggio più elevato nell'insieme della procedura (valutazione delle qualifiche e prove) e che abbiano conseguito la soglia minima richiesta in ciascuna delle prove.

Sarete informati individualmente dei risultati ottenuti.

L'elenco di idoneità sarà affisso nelle bacheche informative degli edifici del Parlamento europeo.

I candidati prescelti ai quali sarà offerto un impiego dovranno presentare, a fini di verifica, gli originali o copie certificate di tutti i documenti richiesti o di parte di essi.

L'elenco giunge a scadenza il 31 dicembre 2023; tuttavia, la sua validità potrà essere prorogata. In tal caso, i candidati iscritti nell'elenco saranno informati in tempo utile.

Presentazione delle candidature

C. PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

Prima di compilare l'atto di candidatura, siete invitati a leggere attentamente la Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo fornita in allegato.

Siete invitati a presentare la vostra candidatura sulla piattaforma APPLY4EP.

Il termine per la presentazione delle candidature è il 17 settembre 2020 alle 23.59.00 (ora di Bruxelles).

Siete pregati di NON TELEFONARE per avere informazioni sul calendario dei lavori.